Lunedì 09 Giugno 2008

Euro 2008; Il giorno degli azzurri, Abete: Atmosfera serena

Roma, 9 giu. (Apcom) - L'Italia "ha qualità, è esperta, motivata e coesa" ed affronta l'esordio ad Euro 2008, questa sera contro l'Olanda a Berna, con "serenità positiva". Lo ha detto il presidente della Figc Giancarlo Abete ai microfoni di Radio Anch'io Lo sport. "Mi aspetto - ha detto Abete - che ci sia la capacità da parte nostra di esprimere le nostre potenzialità che sono importanti anche dopo i Mondiali". Secondo Abete, gli azzurri hanno vissuto la vigilia con il giusto stato d'animo. "C'è attesa ma soprattutto serenità. C'è la consapevolezza del valore, e c'è l'esperienza. La tranquillità - ha sottolineato - non è un elemento negativo. I giocatori sono consapevoli di trovarsi davanti a un impegno importante, dove possono ottenere un risultato importante che fa seguito ai Mondiali". Abete non è voluto entrare nel merito delle scelte del ct Roberto Donadoni. "Del Piero o Di Natale? Il tecnico deve andare avanti con le sue convinzioni. Sono 23 i giocatori convocati e tutti sono chiamati a fare bene". E la formazione, assicura, è sconosciuta anche a lui: "La formazione non la so nemmeno io e come tutti la voglio sapere un attimo prima di quando sarà resa pubblica, non troppo presto", ha detto Abete. "Mi auguro ci sia spazio per tutti - ha aggiunto -. In Germania giocarono tutti a eccezione di secondo e terzo portiere. Tutti si devono sentire protagonisti". Il presidente federale si è infine espresso sulla situazione degli Europei del 2012, che vede Polonia e Ucraina sempre più in bilico con l'Italia eventuale possibile sostituta. "Dopo la fine di questo Europeo il presidente dell'Uefa Platini andrà in Polonia e Ucraina per valutare la situazione. Ne ho parlato con lui a Sydney. Come immaginavamo - ha chiuso Abete - prima si concluderà questo Europeo, e immediatamente dopo si riaprirà la situazione su quello del 2012".

CAW

© riproduzione riservata

Tags