Giovedì 05 Agosto 2010

Le novità Opel
al salone di Parigi

Il mondo dell'auto è già proiettato sulla produzione autunnale. Con la presentazione di due novità mondiali e di numerose anteprime, Opel porterà al «Mondial de l'Automobile» di Parigi (2 -17 ottobre), il salone più visitato al mondo, la sua vetrina 2011, compresi i progetti e le realtà legati alla mobilità elettrica. Oltre un milione e mezzo di visitatori avrà la possibilità di ammirare il concept della «Gtc Paris», l'Astra Sports Tourer, versione station wagon della famosa compatta e la nuova Meriva, la cui gamma motori è stata recentemente arricchita. Ci saranno importanti novità anche per i modelli ecoFlex. Non finisce qui: addetti ai lavori ed appassionati delle quottroruote avranno modo di conoscere gli ultimi sviluppi in merito ad Ampera, il rivoluzionario veicolo elettrico ad autonomia estesa di casa Opel.

Si svela l'Astra «Gtc Paris» Il nuovo concept Opel unisce performance e fascino estetico e la sua «filosofia» costruttiva è riassunta nella frase «E la velocità è meraviglia pura» tratta dal famoso romanzo di Richard Bach «Il gabbiano Jonathan Livingstone». D'altra parte la «Gtc Paris» non è altro che la sintesi del suo carattere spiccatamente dinamico e del fascino della città in cui la vettura debutterà. È una compatta tre porte, sportiva e di carattere, con proporzioni entusiasmanti e superfici scultoree tipiche del linguaggio stilistico Opel.

Arriva l'Astra Sports Tourer Lanciata nel 2009 al Salone di Francoforte, l'Astra 5 porte ha ottenuto un forte riscontro, confermato dai quasi 200.000 ordini clienti. Ora arriva anche l'Astra Sports Tourer che verrà svelata per la prima volta proprio al salone di Parigi. L'intenzione dei costruttori è chiara: racchiudere la praticità di una station wagon di classe superiore ad un design sportivo ed elegante. Nonostante condivida lo stesso Dna del design Opel e la stessa denominazione della sua sorella maggiore Insignia, l'Astra Sport Tourer conserva comunque un carattere tanto dinamico quanto pratico. La sua estetica piacevole è combinata con un'ampia e flessibile capacità di carico. La funzionalità del vano di carico è stata spinta fino a livelli record per la categoria, con un volume variabile tra i 500 e i 1500 litri. Con i sedili posteriori abbattuti, la lunghezza del vano bagagli aumenta fino a 1835 mm, 28 in più rispetto all'attuale modello. I progettisti hanno sviluppato, in particolare, un nuovo sistema FlexFold, che permette ad ogni sezione dei sedili posteriori abbattibili (60/40) di essere ribaltato in avanti con la semplice pressione di un pulsante collocato ai lati del vano bagagli: in questo modo viene rilasciato un pistoncino che attiva automaticamente il ribaltamento dei sedili posteriori. Vera novità per questo tipo di vetture.

Nuovi motori per Meriva Sempre a Parigi Opel farà debuttare anche la gamma completa dei motori di Nuova Meriva. Sono tre le motorizzazioni diesel che andranno ad arricchire la gamma e così i clienti avranno a disposizione otto motorizzazioni tra cui scegliere (in Italia sette) con potenze comprese tra i 75 ed i 140 cv. In linea con i continui sforzi di Opel per ridurre l'impatto sull'ambiente, il nuovo 1.3 Cdti ecoFlex unisce ad un incremento di potenza del 21% (95 cv), una riduzione di CO2 dell'11,2% rispetto al modello precedente, attestandosi su emissioni di 119 g/km. Tutti i motori della Nuova Meriva sono equipaggiati con il filtro anti particolato di serie e rispettano le normative Euro5.

D. V.

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags