Venerdì 21 Gennaio 2011

Bmw Serie 5 e 7
Arriva l'xDrive

Bmw, marchio leader nella produzione di auto premium, ha ampliato la sua offerta di modelli a trazione integrale. L'xDrive, la tecnologia intelligente sviluppata dalla casa di Monaco, è ora anche disponibile su tutte le motorizzazioni della Serie 5 Gran Turismo e per la 740d, il modello di punta tra le berline di lusso dal produttore tedesco. E così la Bmw Serie 5 Gran Turismo, ora, unisce alla sua indiscutibile eleganza ed ai suoi capienti spazi una nuova trazione che esalta ulteriormente il piacere di guida. I clienti potranno scegliere fra diverse motorizzazione e versioni: la 530d, la 535d, la 535i e la 550i.

In particolare la versione 550i xDrive Gran Turismo, che ha debuttato al Salone di Pechino 2010, è alimentata da un potente motore V8 TwinPower turbo con iniezione ad alta precisione (High precision injection). Questo otto cilindri di ben 4,4 litri sviluppa una potenza massima di 407 cavalli da 5.500 a 6.400 giri e una coppia massima di 600 Nm, costante tra i 1.750 e i 4.500 giri. È bene segnalare che il sistema xDrive trasforma questa coppia, già distribuita lungo un ampio arco di utilizzo e disponibile sin dai regimi più bassi, in una guida più agile, dinamica e precisa che consente all'auto di accelerare da 0 a 100 chilometri orari in 5,4 secondi. La velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km l'ora. I consumi medi dichiarati, nel ciclo misto, sono di 11,8 litri per 100 km con emissioni di Co2 pari a 275 grammi per chilometro.

La Bmw 550i xDrive Gran Turismo è anche il primo modello ad abbinare la trazione integrale ad una trasmissione automatica a otto rapporti. Analogamente, il motore sei cilindri in linea di tre litri della versione 530d rappresenta la punta di diamante dei propulsori della casa tedesca: il basamento è interamente in alluminio e il turbocompressore a geometria variabile assicura una sostanziale erogazione di potenza e performance in tutte le situazioni di guida. L'immissione del carburante avviene per mezzo di iniettori piezoelettrici di ultima generazione che operano ad una pressione massima di 1.800 bar. La potenza massima è di 245 Cv, a 4.000 giri, mentre la coppia tocca i 540 Nm ad appena 1.750 giri. Questa generosa potenza si traduce in un tempo di soli 6,9 secondi per accelerare da 0 a 100 e in una velocità massima di 235 chilometri orari mentre le prestazioni sportive si accompagnano a consumi medi di 6,9 litri/100 km nel ciclo misto. Le emissioni di CO2, infine, si attestano a 183 g/km. La 535d xDrive Gran Turismo è alimentata da una seconda variante, ancora più potente, dei nuovi motori diesel a sei cilindri in linea di Bmw: si tratta di un'unità common rail ad iniezione diretta interamente in alluminio con tecnologia TwinPower Turbo dalla potenza massima di 300 cavalli. Il motore turbo benzina a sei cilindri in linea della 535i, invece, si avvale dell'iniezione ad alta precisione e del sistema Valvetronic per la fasatura variabile delle valvole di aspirazione e scarico. Questa tecnologia rende la vettura ancora più reattiva alle accelerazioni mentre il nuovo sei cilindri di tre litri innalza la potenza del motore a 306 cavalli.

Capitolo a parte merita la Serie 7. La trazione integrale intelligente aveva esordito sul top della gamma, la 750i e la 750Li. Successivamente è stata disponibile anche per la 740d xDrive. Ma ora la trazione integrale permanente a gestione elettronica assicura l'esatta ripartizione della potenza motrice in tutte le condizioni di guida. Il controllo veloce e preciso della motricità conferisce a questa berlina di lusso ancora più sicurezza. In origine, il sistema di trazione integrale intelligente Bmw xDrive è stato concepito per i modelli X e in seguito gradualmente introdotto sulle Serie 5, 3 e 7. Il punto forte di questa tecnologia è la precisione nel controllo e nella gestione del motore, che ottimizza la trazione sulle superfici a scarsa aderenza e offre nel contempo eccellenti dinamiche di guida su strada. Bmw xDrive - concludendo - migliora la stabilità e la tenuta di strada anche nelle curve più veloci, perché riconosce e corregge tempestivamente la minima tendenza al sotto e al sovrasterzo.

Daniele Vaninetti

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags