Conto alla rovescia per il Salone di Ginevra

Conto alla rovescia
per il Salone di Ginevra

Prime anticipazioni sull’edizione n.88 del Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra che si terrà, dopo le due giornate riservate ai media, dall’8 al 18 marzo 2018. Tutte le più importanti case automobilistiche hanno confermato la loro presenza già da tempo.

I 180 espositori presenti si stanno occupando dei progetti per rendere le aree espositive sempre più spettacolari così da far risaltare al meglio tutte le auto che, proprio a Ginevra, verranno presentate nel corso delle 70 conferenze stampa previste per martedì 6 e mercoledì 7 marzo (giornate riservate alla stampa). Il Geneva International Motor Show – al quale partecipano i grandi marchi ma anche un folto numero di designer, produttori di auto esclusive in pole serie e di equipaggiamenti per auto ed accessori – si prepara ad accogliere i rappresentanti dei media ed il grande pubblico. Parecchi marchi hanno cambiato collocazione rispetto al passato e ora andranno ad occupare aree più ampie.

Quest’anno la superficie espositiva lorda del Palexpo sarà di 106.000 metri quadrati e, nonostante l’assenza di marchi come Opel, Infiniti, DS e Chevrolet/Cadillac, sarà interamente occupata. A questo proposito il direttore generale della kermesse, André Hefti, ha dichiarato: «Non è un segreto che i costruttori oggi riflettano a fondo prima di partecipare ad un salone anche se si tratta del più prestigioso d’Europa come quello di Ginevra. Costi e disponibilità di nuovi modelli condizionano le scelte, ma una conferenza stampa a Ginevra è sempre uno dei mezzi di comunicazione più efficaci per farsi conoscere». Questo cambiamento di tendenza richiede una maggiore flessibilità da parte degli organizzatori: nessuno spazio resterà vuoto perchè alcuni marchi andranno ad occupare nuove location, godendo così di maggiore visibilità grazie ad una posizione con maggiore flusso di visitatori. La presenza di Aston Martin si espande, occupando lo spazio di Opel. Anche Jaguar e Land Rover hanno una maggiore superficie espositiva, in precedenza assegnata a Citroën. Quest’ultimo costruttore ha ricollocato Peugeot dal lato opposto del padiglione 6, riunendo così in modo ideale i marchi del gruppo PSA. Per la prima volta, poi, si potranno vedere a Ginevra molti produttori di piccole serie esclusive nonché di tuner prestigiosi.

Per la prima volta prenderanno parte alla kermesse Arden, Cirano, Corbellati, Engler, Fomm, Hennessey, Hirschi, Icona, Luxaria Technology, Lvchi Auto, Pal-V, Polestar e W Motors. Come nel 2017, anche quest’anno la presenza di veicoli spinti da alimentazioni alternative sarà importante e nuovamente sottolineata dalla campagna «CO² ribassato» realizzata in collaborazione con l’Ufficio Federale per l’Energia (BFE) che promuove veicoli che non emettono più di 95 grammi/km di anidride carbonica. Al Salone di Ginevra sono presenti importanti partner come TAG Heuer, che annuncia iniziative ad alto contenuto adrenalinico: meccanica di precisione e lusso da sempre accomunano il mondo dell’alta orologeria e quello delle gare automobilistiche. TAG Heuer ha deciso di coinvolgere ancor di più i visitatori mettendo a loro disposizione simulatori di guida che permetteranno ai partecipanti di vivere la sensazione di una gara su un circuito da corsa, andando anche a perfezionare lo stile di guida, così da ridurre il consumo di carburante.

Lo scorso anno sono intervenuti al Salone Internazionale dell’Auto più di 10.800 giornalisti provenienti da ben 91 Paesi di tutto il mondo e il numero dei visitatori ha superato quota 690 mila. La presenza del pubblico svizzero è stata indubbiamente notevole - più del 43% - ma anche la partecipazione degli appassionati italiani non è mancata (10% delle presenze). Come sempre, la tranquillità dei visitatori e dei partecipanti viene al primo posto e tutte le misure sono state prese perché la manifestazione si svolga nella più totale sicurezza. La vendita biglietti on line è già aperta sulla pagine Web www.ticketcorner.ch e www.fnac.ch.

Le Ferrovie Federali Svizzere prevedono di integrare il normale servizio con treni supplementari da e per l’aeroporto di Ginevra (www.sbb.ch/gims.swiss). Il padiglione 7 è a soli tre minuti a piedi dalla stazione ferroviaria dell’aeroporto di Ginevra. I mezzi pubblici ginevrini (Tpg) aumentano le frequenze degli autobus tra il Palaexpo e il centro città (biglietti agli sportelli delle stazioni Cornavin, Rond-Point de Rive e Bachet-de-Pesay ed ai distributori automatici).

Chi dall’Italia raggiungerà il Salone in auto, passando dal traforo del Gran San Bernardo, se presenterà un biglietto di sola andata risalente a non più di 72 ore prima, insieme al biglietto d’ingresso al Salone, avrà diritto al biglietto di ritorno gratuito (www.letunnel.com). Durante i giorni infrasettimanali saranno disponibili circa 5.600 posti auto e durante i fine settimana addirittura 10.000 (informazioni sul traffico vengono trasmesse sulla frequenza radio RTS1 FM 91,2). In totale saranno disponibili, esclusivamente per i visitatori del Motor Show, 12 parcheggi nel raggio di 5 km intorno al Palexpo: la tariffa fissa è di 25 franchi svizzeri al giorno per auto- Diverse navette consentiranno il collegamento diretto tra i parcheggi esterni e l’ingresso principale del Salone. Il sito www.e-covoiturage.ch permetterà, inoltre, di mettersi in contatto con altri visitatori per condividere il viaggio e aiutare l’ambiente riducendo l’inquinamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA