Q8, il top dei Suv Audi hi-tech su quattroruote

Q8, il top dei Suv Audi
hi-tech su quattroruote

Audi Q8 è il Suv più sportivo e raffinato del marchio dei Quattro anelli. Grazie a una lunghezza di 4,99 metri, una larghezza di 2 metri e un’altezza di 1,71 metri, appare più largo, corto e basso rispetto a Q7.

Con un passo di quasi tre metri, Audi Q8 può contare su di un abitacolo generosamente dimensionato per cinque persone. Lo spazio a disposizione è superiore alle dirette concorrenti. A richiesta, il divanetto a tre posti è regolabile in longitudine. Il bagagliaio può contare su di una capacità di 605 litri, incrementabile a 1.755 litri abbattendo gli schienali. Il portellone può essere aperto e chiuso grazie a un comando elettrico di serie e, a richiesta, con il movimento del piede. Audi Q8 riprende il nuovo linguaggio stilistico Audi inaugurato con l’ammiraglia A8. Grazie all’imponente single frame ottagonale, porta al debutto il nuovo volto della famiglia Q. Sei lamelle cromate verticali rafforzano l’imponenza della calandra. Un’ampia maschera, verniciata a richiesta a contrasto, collega il single frame ai proiettori. L’aggressività del look viene rafforzata dal prominente spoiler anteriore e dalle grandi prese d’aria. L’andamento del tetto è in stile coupé, complici le portiere prive di cornici, e termina con uno spoiler aerodinamico al tetto.

Grazie all’app myAudi, i proprietari di Q8 possono attivare mediante lo smartphone molteplici funzioni d’illuminazione, vivendole dall’esterno. Trazione quattro e sospensioni pneumatiche Audi e trazione quattro costituiscono un binomio inscindibile; ciò vale anche e soprattutto per Q8, il Suv top di gamma del Marchio. In condizioni ordinarie, il differenziale centrale meccanico ripartisce la coppia tra avantreno e retrotreno secondo il rapporto 40:60. All’occorrenza, la maggior parte dei kgm viene indirizzata verso l’assale che offre una superiore trazione. Grazie alla generosa altezza dal suolo, sino a un massimo di 254 mm, agli sbalzi ridotti e al sistema di assistenza alla discesa, Q8 è in grado di proseguire la marcia anche là dove terminano le strade asfaltate. I clienti del SUV coupé possono scegliere fra tre varianti d’assetto. Gli ammortizzatori regolabili sono di serie. Tutti i motori di Q8 risultano potenti e al tempo stesso efficienti grazie alla tecnologia mild-hybrid (MHEV). Questa integra una batteria agli ioni di litio e un alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) in una rete di bordo principale a 48 Volt. In fase di decelerazione l’RSG può recuperare sino a 12 kW di potenza. Grazie alla tecnologia MHEV è possibile avanzare a lungo per inerzia a motore spento, mentre il sistema start/stop è attivo sin da 22 km/h.

Elemento centrale dell’abitacolo di Audi Q8 è il display superiore MMI touch response. Inserito in un’ampia superficie nera, una volta spento risulta pressoché invisibile in virtù del look black panel. Grafiche semplici e facilmente leggibili esprimono visivamente la precisione tipicamente Audi e l’elevato grado d’integrazione tra ricercatezza e funzionalità. Tutti gli elementi si trovano in una relazione logica reciproca e si armonizzano gli uni agli altri. Il tunnel centrale, caratterizzato da ampie superfici, è espressione hi-tech del nuovo Suv. In condizioni d’oscurità, l’illuminazione dei profili enfatizza il design degli interni e retroillumina il badge quattro lavorato al laser, collocato in corrispondenza del cassetto portaoggetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA