Lunedì 08 Giugno 2009

Elezioni europee, le proiezioni:
Pdl 35%, Pd 27,2%, Lega 9,6%

Pdl al 35%, Pd al 27,2%. Sono questi i risultati stimati secondo la terza proiezione (campione del 21%) della società Dinamiche per la Rai sui risultati delle elezioni europee. I due maggiori partiti sono seguiti dalla Lega al 9,6%, dall'Idv all'7,9% e dall'Udc al 6,3%. Le altre liste si confermano al di sotto della soglia di accesso al Parlamento europeo del 4%: la lista Prc-Pdci-Socialismo 2000-Consumatori uniti al 3,2%, Sinistra e Libertà al 2,9%, Bonino-Pannella al 2,6%, Destra-Mpa-Pionati-Pensionati al 2,3%.

La terza proiezione di Sky
Pdl al 36%, Pd al 26,5%, secondo la terza proiezione Digis per Sky sui risultati delle elezioni europee. I due maggiori partiti sono seguiti dalla Lega al 9,8%, dall'Idv al 8,3% e dall'Udc al 6,3%. Le altre liste sono invece al di sotto della soglia di accesso al Parlamento europeo del 4%: la lista Sinistra e Libertà al 3,3%, la Lista Prc-Pdci al 2,5%, la lista Destra-Mpa-Pionati-Pensionati al 2% e la Lista Bonino-Pannella al 2,6%.

Prima proiezione dei seggi per l'Italia
Il Pdl potrebbe contare su 30 eurodeputati, il Pd su 22. Questa la ripartizione dei 72 seggi assegnati all'Italia nella nuova assemblea di Strasburgo, sulla base della terza proiezione Digis per Sky. La Lega potrebbe portare all'Europarlamento 8 eletti, l'Idv 7, l'Udc 5. Le altre liste restano invece sotto il 4% e quindi senza eurodeputati. Rispetto alla seconda proiezione riguarda Pdl e Udc, con il Popolo della Libertà che cede un seggio a vantaggio dei centristi.

Tutti i seggi di Strasburgo, la seconda proiezione

Cambia l'assegnazione dei seggi nella seconda proiezione fatta dall'Eurocamera sulla base dei risultati dei Ventisette Paesi nelle elezioni chiuse stasera. Secondo i dati diffusi alle 23.52 del 7 giugno al Ppe andrebbero tra i 267 e i 271 seggi, al Pse da 157 a 161, scavando un solco ancora più profondo tra i due partiti. Nell'attuale Parlamento sono a 288 contro 217, ma in questa legislatura i deputati sono di meno, 736 contro 785.
Il gruppo dei liberali dell'Alde sono 80-82 (contro 100), i Verdi 54 (contro 43) la Sinistra del Gue 34 (contro 41), la destra dell'Uen (che però forse non si riformerà) 35 (contro 44), gli euroscettici 17 (ne avevano 22) e gli Altri 86-88 (contro 30), ma in questo gruppo provvisorio ci sono forze che ne usciranno, come i conservatori inglesi o il Pd, per formare o aderire ad altri gruppi.

r.clemente

© riproduzione riservata