Mercoledì 15 Aprile 2009

mostra "L'ALTRO CIFRONDI"

Il progetto culturale “L’Altro Cifrondi” si propone di mettere a fuoco la figura del pittore bergamasco ANTONIO CIFRONDI (Clusone 1656 – Brescia 1730), per cogliere alcuni aspetti della produzione dell’Artista sin ad oggi rimasti nell’ombra. Il progetto, in particolare, si propone di riportare alla luce il volto negato di un Artista del quale troppo presto si è ritenuto di tutto conoscere, di tutto sapere. L’iniziativa si articola nella realizzazione di un volume, già editato, e nell’allestimento di una rassegna espositiva dal titolo comune “L’Altro Cifrondi”. L’obiettivo è quello di rileggere il percorso artistico di Antonio Cifrondi attraverso la ricognizione delle varie fasi della sua intera produzione, aggiungendo al catalogo già noto una nutrita raccolta di inediti, compreso un gruppo di paesaggi, genere sino ad ora sconosciuto nel catalogo dell’Artista ed un gruppo di nature morte, categoria che, ad oggi, vanta meno di una decina di testi autografi, oltre ad alcuni quadri fondatamente riferibili alla primissima maturità dell’Artista, periodo in merito al quale nessun dipinto era stato ancora individuato. Curatore dell’opera è il dott. Ciro Maddaluno, conoscitore e studioso di pittura antica che vive in provincia di Bergamo, cui va riconosciuto il merito di aver effettuato una lunga e rigorosa ricerca sui testi pittorici dell’Artista. La mostra, promossa dalla Provincia di Bergamo, è ospitata presso la Sala Manzù di Bergamo dal 17 aprile al 10 maggio 2009 ed ha ottenuto il Patronato di Regione Lombardia ed il Patrocinio della Provincia di Bergamo, del Comune di Bergamo e del Comune di Clusone, patria di Antonio Cifrondi. Il volume, realizzato con il il sostegno della Banca Popolare di Bergamo, è stato presentato il 10 dicembre 2008 da Valerio Bettoni, Presidente della Provincia di Bergamo, Fernando Noris, Storico dell’Arte, Alfredo Gambardella, Responsabile per le relazioni esterne per la Banca Popolare di Bergamo e Mino Scandella, Vice Sindaco di Clusone. Il volume, che rappresenta il catalogo della mostra, sarà acquistabile presso la Sala Manzù durante la rassegna espositiva. L’allestimento della rassegna, che completa il progetto, vede l’esposizione di una selezione di quadri del Cifrondi riassuntiva delle finalità scientifiche dell’iniziativa. La formula dell’esposizione consentirà il confronto tra i linguaggi sperimentati dall’Artista nei diversi generi praticati: paesaggio, natura morta, ritratto, con modalità espressive spesso molto differenti tra loro. Il visitatore sarà coinvolto quindi in un percorso denso di sorprese e di scoperte, che seguiranno lo scandire della vita, dei viaggi e della poetica del Pittore. L’Altro Cifrondi Dal 17 Aprile al 10 Maggio Sala Manzù | Bergamo, via Camozzi passaggio via Sora Orari: dal lunedì al venerdì: 15 - 19 Sabato, domenica e festivi: 10-12,30, 15- 19 http//www.laltrocifrondi.it

infoarte

© riproduzione riservata

Tags