Diciannove aziende bergamasche da stamattina al Pitti Uomo di Firenze

Diciannove aziende bergamasche
da stamattina al Pitti Uomo di Firenze

Sono 19 le aziende bergamasche che da martedì mattina 12 gennaio, e fino a venerdì, saranno al Pitti Uomo di Firenze, fiera internazionale che riunisce alla Fortezza da Basso il mondo della moda.

I numeri parlano di una manifestazione ricca di new entry e dal taglio sempre più straniero: su 60 mila metri quadrati di esposizione 1.219 marchi (il 44% internazionale), di cui 251 nuovi.

Anche per Bergamo la novità di Save my bag, griffe di borse di Comun Nuovo, e moltissime conferme: da Albini con Thomas Mason e la sua linea di accessori a Perofil, da Bresciani Calze alla Camiceria Maffeis, da Mazzoleni Gloves a Scaglione e Capobianco, passando per Bagutta, Compagnia delle Pelli in fiera con La Martina, Sonrisa e V&V di Alzano, Pinetti, ma anche la Metalfashion di Castelli Calepio con le sue scarpe, Essenza di Cerete con il marchio Yes-Zee, la Emmegierre Fashion di Osio Sopra con Hosio e Obvious Basic, fino a Minoronzoni 1953, Individual, marchio di abbigliamento della Mascot e L4k3, azienda di scarpe e accessori del Sebino.

Un gruppo eterogeneo e ricco di creatività che si racconterà attraverso una produzione principalmente mada in Italy, con un forte radicamento sul territorio bergamasco, all’insegna di qualità, filiere controllare e idee sempre nuove.


© RIPRODUZIONE RISERVATA