Sabato 02 Aprile 2011

AlbinoLeffe ko col Sassuolo
La punizione decisiva al 93'

SASSUOLO-ALBINOLEFFE 1-0
RETE: 48' st De Falco.
SASSUOLO (4-3-1-2): Pomini 6.5; Rea 6, Rossini 6, Bianco 5.5 (25'pt Piccioni 6), Bocchetti 6; Valeri 5.5, Magnanelli 6.5, Riccio 5.5 (35' st Barbuti 6), Quadrini 6, Catellani 5.5, Martinetti 5 (21' st De Falco 6.5). In panchina: Bressan, Pecorini, Fusani, Consolini. All. Gregucci.
ALBINOLEFFE (3-5-2): Tomasig 6; Luoni 6, Sala 6, Bergamelli 5.5; Zenoni 6, Previtali 6, Mingazzini 6, Girasole 6 (31' st Foglio), Piccinni 6 (27' st Regonesi 6) Cocco 5.5, Grossi 5.5 (17' st Cissè 5.5). In panchina: Layeni, Passoni, Foglio, Garlini, Torri. All. Mondonico 6.
Arbitro: Velotto di Grosseto 6.
Note: spettatori 2 mila circa. Ammoniti Bocchetti, Rossini e Previtali. Corner 4-3 per l'AlbinoLeffe. Recupero 0'+4'.

Bruciante ko a Modena per l'AlbinoLeffe che è stato sconfitto dal Sassuolo al 3' di recupero a causa di una punizione di De Falco. Una resa forse immeritata per i seriani, ma ora l'area playout dista appena due punti. È ancora allarme per il team di Mondonico.

Delle quattro sconfitte consecutive rimediate dai blucelesti quella di Modena è stata la più dura proprio perché l'AlbinoLeffe sul piano del gioco si era guadagnato il pareggio contro una diretta concorrente nella lotta per non retrocedere. Invece un calcio piazzato ha castigato eccessivamente i bergamaschi.

L'AlbinoLeffe, in campo con un 3-5-2, ha disputato un primo tempo positivo, senza pungere in attacco ma senza concedere praticamente nulla al Sassuolo. Nessuna sofferenza e soltanto un intervento serio di Tomasig su conclusione di Valeri, liberato da un rimpallo.

Nella ripresa, i seriani hanno avuto qualche problemino in più perché hanno accusato una flessione fisica a centrocampo, ma sono stati comunque loro a sfiorare la rete al 12' st con Cocco che ha calciato addosso al portiere. Il Sassuolo non è stato molto pericoloso, però ha beffato i rivali nel recupero e li ha sorpassati in classifica.

L'AlbinoLeffe ora ha sei squadre alle spalle, ma vanta soltanto due punti di margine sulla quartultima e sabato prossimo avrà in casa una bella gatta da pelare, il Torino.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata