A Treviglio il derby del basket orobico È Bergamo la squadra da battere

A Treviglio il derby del basket orobico
È Bergamo la squadra da battere

Forte delle tre vittorie consecutive la Bergamo basket si prepara al derby con la Remer aTreviglio di giovedì sera.

Recitano fedelmente il copione di due pugili alla vigilia di un combattimento importante. Da una parte il leggendario Euclide Insogna (da una trentina d’anni general manager della Remer) dall’altra il pluri decorata ala e dirigente Franco Meneghel, sponda Bergamo Basket. Dice il primo «Sono convinto che nel derby la squadra non sbaglierà il piano partita predisposto da Vertemati. Massimo rispetto per la capolista ma in casa nostra profonderemo sul parquet ogni energia, sospinta anche dagli impareggiabili tifosi dagli spalti del Pala Facchetti». Non gli è da meno Meneghel: «Siamo noi la formazione da battere in virtù di un meritato primato in classifica, conseguenza di una imbattibilità che dura da tre giornate di gara. Non vedo perché dovremmo accusare sbandamenti proprio nell’attesissimo scontro campanilistico».

Dopodiché Insogna giustifica i ko sin qui subiti: «A Scafati, domenica scorsa, si è dovuto rinunciare a uno degli Usa, Roberts, e a Frassineti pedine praticamente fondamentali della rosa. Inoltre bisogna concedere ai parecchi giovani un ragionevole tempo per esprimere al meglio il certificabile potenziale da tutti riconosciuto. All’esordio con Legnano e successivamente con Capo d’Orlando abbiamo ceduto soltanto nel finale». Viceversa per Meneghel elogi a 360 gradi all’intero collettivo: «Siamo già in una splendida forma. E se abbiamo costretto inesorabilmente gli avversari alla resa è perché a tempo di record vecchi e nuovi si sono inseriti a meraviglia negli schemi preposti da coach Dell’Agnello. E scusate se è poco».

Alla domanda finale di anticiparci il verdetto del match in programma giovedì 25 ottobre a Treviglio senza esitazione si sono dichiarati entrambi vincenti. E ti pareva!


© RIPRODUZIONE RISERVATA