Lunedì 06 Febbraio 2012

Quando Fido
s'attacca alla gamba

A tutti, almeno una volta nella vita a tutti, è successo di assistere alla scenetta imbarazzante di un cane aggrappato alla gamba del proprio amico umano, che si agitava come un matto, compiendo energici movimenti con il bacino; e la conseguente riflessione che abbiamo fatto, è che Fido avesse bisogno di accoppiarsi. Questo è ciò che la maggior parte delle persone crede, convinta che tale comportamento derivi da un desiderio sessuale non soddisfatto; ma la questione è un po' più complessa.

E' vero che i cani che abitano le nostre case non hanno modo di soddisfare i propri istinti in maniera naturale e quindi possono cominciare ad accusare frustrazione e stress e a “compensare”, indirizzando le proprie attenzioni sulla gamba del primo malcapitato o su un pupazzo di peluche, ma è altrettanto vero che i motivi del comportamento sono da ricercare altrove e il sesso c'entra poco.

Lo dimostra il fatto che anche le femmine lo fanno, così come i cuccioli, che ovviamente non possono percepire nessun impulso sessuale. In verità le cause scatenanti di questo antipatico comportamento sono principalmente due: l'eccitazione e l'eccesso di entusiasmo o l'intento di manifestare dominanza gerarchica. Chi possiede un amico con la coda, lo sa: può capitare che durante il gioco al parco o alla fine di un qualsiasi sport cinofilo, Fido sia così euforico, che è quasi impossibile calmarlo; è felice, carico di adrenalina e continua a saltare e correre come un matto.

Sono questi i casi in cui può decidere di “abbracciare” la nostra gamba a titolo di “sfogo”, considerandolo un normale proseguimento del suo momento di grande euforia. Ma è anche vero che nessun cane si sognerebbe mai di attuare tale comportamento sulla gamba di qualcuno che considera “superiore” nella gerarchia.

Se accade, è molto semplice: non avete mai chiarito chi comanda in casa, perché il vostro cane vi ha appena messo in discussione. E' fondamentale ricordare che per Fido la gerarchia è una priorità e che per lui è vitale avere qualcuno da seguire e che stabilisca regole e priorità, funzionali al suo benessere psico-fisico. Ma se ciò non avviene, cominciano i problemi. La monta rappresenta un atto di dominanza e i cani che lo fanno di sovente sono soggetti nervosi, insicuri e occupano una certa posizione gerarchica solo perché non hanno trovato nessuno a cui sottomettersi.

Per fermare tale comportamento, evitiamo i gesti eclatanti, perché ciò potrebbe rendere Fido ancora più insicuro. E' sufficiente un “NO” dato in tono pacato e fermo, seguito da un distacco deciso e dall'immediata proposta di qualcosa di alternativo da fare, come un gioco o un'attività gratificante e divertente, stando ovviamente attenti a non causare un nuovo eccesso di eccitazione, a cui seguirebbe un ulteriore tentativo da parte di Fido di montare la vostra gamba.

Al tempo stesso è necessario lavorare per cercare di eliminare il problema in maniera definitiva e il segreto è cominciare a tenere un comportamento dominante, pacatamente risoluto e che ispiri sicurezza. Non sapete come fare? Fortunatamente oggi ci sono bravissimi educatori cinofili e il loro aiuto renderà Fido (e voi) più sereni.

Marco Bergamaschi

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags