100 anni Cassola, sua Bube bestseller

(ANSA) - ROMA, 13 MAR - Il suo nome è legato a La ragazza di Bube con cui nel 1960 vinse il Premio Strega e che Luigi Comencini portò tre anni dopo sul grande schermo, con Claudia Cardinale. E anche se è riduttivo fermare l'immagine di Carlo Cassola al bestseller che gli ha dato fama internazionale, è vero che questo romanzo mostra quanto lo scrittore amasse soffermarsi sui personaggi femminili che sono i veri protagonisti di tutte le sue opere. Di questa particolare attenzione alle donne, dell'amore di Cassola per la Toscana, della sua narrazione tra esistenzialismo e impegno, discussa e anche attaccata dalle neoavanguardie, si torna a parlare a 100 anni dalla nascita, il 17 marzo 1917 e a 30 dalla morte, il 29 gennaio 1987. Negli Oscar Mondadori, dove La ragazza di Bube ha venduto, da fine degli anni '70 a oggi, 1,2 milioni di copie, escono il 14 marzo 'Paura e tristezza' introdotto da Raffaele Manica e 'Una relazione' con prefazione di Laura Parriani, entrambi con nota di Alba Andreini curatrice del Meridiano del 2007.


© RIPRODUZIONE RISERVATA