Martedì 03 Gennaio 2012

Promessa nozze infranta? No risarcimento

(ANSA) - ROMA, 3 GEN - La scelta del matrimonio deve essere libera fino all'ultimo momento prima del 'si'' e, per questo, chi ha dei ripensamenti e decide di rompere la promessa delle nozze, anche senza alcuna giustificata ragione, non dovra' risarcire alcun danno morale al partner che viene abbandonato sul sagrato della chiesa. Lo sottolinea la Cassazione, secondo cui, pero', il partner abbandonato ha almeno diritto al risarcimento delle spese vive: l'abito nunziale, le bomboniere, il pranzo per gli invitati.

SV

© riproduzione riservata