Giovedì 15 Marzo 2012

Breivik, mea culpa polizia Norvegia

(ANSA) - OSLO, 15 MAR - La polizia norvegese arrivò tardi su Utoya, l'isoletta del massacro, dopo che il killer aveva agito indisturbato per 75 minuti, anche per colpa d'un canotto laceratosi per il troppo peso. Sulla vicenda di Anders Behring Breivik, l'estremista di destra che il 22 luglio luglio massacro' 77 persone, la polizia norvegese, alla luce di un rapporto, ha fatto "mea culpa": "Voglio presentare le mie scuse per non aver arrestato Breivik prima", ha detto il commissario nazionale Oeystein Maeland.

GV

© riproduzione riservata