Giovedì 26 Aprile 2012

Turchia, arresti sono "caccia a streghe"

(ANSA) - ANKARA, 26 APR - L'opposizione turca denuncia una "caccia alle streghe" da parte del governo dopo la nuova ondata di arresti negli ambienti militari nel quadro dell'inchiesta su un presunto tentativo di colpo di stato nel 1997, e affarme che "i magistrati seguono gli ordini del primo ministro" islamico, Recep Tayyip Erdogan. Nelle ultime tre settimane 39 persone, per lo più militari, fra cui l'ex vicecapo di stato maggiore generale Cevik Bir e il generale in pensione Erol Ozkasnak, sono state arrestate.

CEF

© riproduzione riservata