Sabato 28 Aprile 2012

Marito mafioso impone hostess,estorsione

(ANSA) - PALERMO, 28 APR - La hostess imposta a un locale dal marito mafioso è estorsione. Lo afferma la Corte di Cassazione ricordando che la minaccia si può nascondere anche dietro ad una richiesta espressa con toni concilianti, se chi la fa ha un passato criminale e amicizie con clan mafiosi. La Corte ha ribaltato la decisione del Tribunale della Libertà che aveva escluso il reato di estorsione ai danni di un gestore di un locale che aveva reclutato solo per quieto vivere come donna immagine la moglie di un boss.

MAS

© riproduzione riservata