Sabato 28 Aprile 2012

Cei: troppe frodi classe dirigente

(ANSA) - ROMA, 28 APR - ''Lo scandalo avvertito dai piu' di fronte alle frodi perpetrate da esponenti delle classi dirigenti rivela la crescente percezione dell'urgenza di un'etica pubblica da tutti condivisa e rispettata''. Cosi' il segretario generale della Cei, mons. Mariano Crociata, ha preso posizione sugli scandali nella vita politica e pubblica italiana. Crociata ha sottolineato che etica pubblica e etica privata devono camminare insieme e che in questo campo il ruolo dei cattolici e' centrale.

BOS

© riproduzione riservata