Domenica 29 Aprile 2012

Crisi: licenzia figli, poi si suicida

(ANSA) - CAGLIARI, 29 APR - Un impresario edile di 55 anni, originario di un paese del Nuorese, Mamoiada, si e' tolto la vita dopo che la sua azienda, a causa della crisi, aveva cessato l'attivita' e l'uomo era stato costretto a licenziare anche i suoi due figli. Venerdi' scorso si e' ucciso con un colpo di pistola nella vigna. Non ha lasciato nessun biglietto, ma la sua situazione, con la chiusura dell'impresa e il licenziamento dei figli, fa pensare all' ennesimo gesto di disperazione dovuto alla crisi.

CNT

© riproduzione riservata