Venerdì 18 Maggio 2012

Vicepremier ministro 'fuori' per torture

(ANSA) - MOSCA, 18 MAG - Era stato silurato due mesi fa come ministro degli interni del Tatarstan per uno scandalo di torture, ossia la morte di un detenuto sodomizzato dai poliziotti con una bottiglia, ma ora e' stato promosso vicepremier della repubblica tartara. E' la parabola di Asgat Safarov, 50 anni, indotto alle dimissioni dal ministro degli interni del governo russo Rashid Nurgaliev . Ma il presidente del Tatarstan, Rustam Minnikhanov, lo ha nominato vice premier.

SAV

© riproduzione riservata