Sabato 23 Giugno 2012

Guidare assonnati e' come farlo ubriachi

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Mettersi al volante con un debito di sonno, ossia aver dormito poco o male, è come guidare dopo aver bevuto un litro di vino in un'ora a digiuno. Con l'aggravante che alcool e droghe si accertano con test specifici, mentre la sonnolenza non può essere verificata su strada. E' quanto emerge da una ricerca della Fondazione per la ricerca e la cura dei disturbi del sonno: in Italia in due milioni soffrono di Sindrome delle Apnee Notturne che causa una sonnolenza improvvisa e molto pericolosa.

VN

© riproduzione riservata