Mercoledì 04 Luglio 2012

Eredita' Faac: parenti, sequestrate beni

(ANSA) - BOLOGNA, 4 LUG - Dopo aver impugnato il testamento con il quale Michelangelo Manini ha lasciato il suo patrimonio alla Curia bolognese, ora i parenti del defunto proprietario della Faac - 214 milioni di euro il fatturato nel 2011, 12 stabilimenti in Europa e 24 filiali commerciali - chiedono il sequestro di quei beni e l'affidamento a un custode. Carlo Rimondi, zio di Manini e suo possibile erede naturale, ha presentato in tribunale - riferisce il Corriere di Bologna - la richiesta con procedura d'urgenza.

GTT-DIA

© riproduzione riservata