Mercoledì 04 Luglio 2012

Sciopero fame ragazza punk anti-Putin

(ANSA) - MOSCA, 4 LUG - Una delle ragazze componenti il gruppo punk femminile anti-putiniano Pussy Riot, accusata di "teppismo", ha iniziato uno sciopero della fame per protestare contro la decisione del tribunale di Mosca di concederle solo cinque giorni per esaminare il suo fascicolo processuale. Nadejda Tolokonnikova e le altre due componenti del gruppo sono detenute da oltre 4 mesi per la protesta inscenata nella cattedrale di Cristo Salvatore di Mosca, dove inscenarono una "preghiera punk" contro Putin.

GV

© riproduzione riservata