Martedì 25 Settembre 2012

Espulsi jihadisti, preparavano attentati

(ANSA) - ROMA, 25 SET - Preparavano un vera vendetta per il film anti-Maometto che ha infiammato Bengasi con l'assalto al consolato degli Stati Uniti e la morte dell'ambasciatore Stevens. Due sospetti terroristi libici, che si trovavano a Roma, sono stati espulsi dall'Italia. I due sono sospettati di essere jihadisti, legati alle formazioni armate di matrice salafita. Secondo gli inquirenti ''avevano cominciato attivita' di proselitismo e propaganda per reperire materiale per attentati contro interessi occidentali''.

ST

© riproduzione riservata