Mercoledì 26 Settembre 2012

Brasile,giustizia per vittima dittatura

(ANSA) - SAN PAOLO, 26 SET - Con una clamorosa decisione, la giustizia brasiliana ha stabilito che il giornalista Vladimir Herzog non si suicido' in carcere nel 1975, come sostenuto nella versione ufficiale della dittatura militare, ma mori' in seguito alle torture subite dai suoi aguzzini. Il caso, secondo i legali della famiglia del giornalista, costituisce un importante precedente per analoghi casi di dissidenti ''suicidati'' in carcere dai militari.

BRN

© riproduzione riservata