60 anni per l'antidivo Tom Hanks

60 anni per l'antidivo Tom Hanks

(ANSA) - ROMA, 6 LUG - Ragazzo problematico in 'Forrest Gump', naufrago in 'Cast Way', astronauta in 'Apollo 13', capitano tutto d'un pezzo in 'Salvate il soldato Ryan', giovane avvocato malato di Aids in 'Philadelphia', cittadino dell'Europa dell'Est, 'naufrago' ancora, ma in un moderno aeroporto in 'The terminal'. Questi solo alcuni dei tanti ruoli di Tom Hanks, due Oscar consecutivi (nel 1994 per Philadelphia e nel 1995 per Forrest Gump), che compie 60 anni sabato. Antidivo per eccellenza, faccia da bravo ragazzo senza troppo fascino, su di lui sono piovuti ruoli di tutti i tipi come potrebbe capitare all'uomo della porta accanto tanto da meritarsi il soprannome, a Hollywood, de ''il moderno James Stewart''. ''Non voglio ammettere che posso essere anche cattivo - ha detto una volta -. Non voglio che qualcuno si crei false aspettative. Il mondo del cinema è duro e volubile e se tu non riesci ad essere spietato, c'è il rischio di sparire dalla scena molto rapidamente. Le apparenze insomma ingannano, specie ad Hollywood''.


© RIPRODUZIONE RISERVATA