Abusi e schiavitù, condannato ex prete

Abusi e schiavitù, condannato ex prete

(ANSA) - AREZZO, 12 DIC - La corte d'assise di Arezzo ha condannato a 15 anni di reclusione Mario Cioni, l'ex sacerdote accusato di abusi sessuali e riduzione in schiavitù. Assolto invece un suo ex socio alla comunità di Montecchio di Cortona (Arezzo) per il quale il pm aveva chiesto 12 anni di reclusione. La vicenda prese avvio nel convento di Montecchio dove Cioni aveva dato vita a una comunità religiosa che aveva diretto per circa due decenni prima come sacerdote poi, una volta uscito dalla chiesa, come una sorta di 'santone'. Per l'accusa l'ex sacerdote avrebbe guidato la comunità utilizzando metodi violenti. Secondo quanto emerso in corte d'assise, in base alle indagini condotte dalla Dda di Firenze, nella comunità si sarebbero consumati anche abusi sessuali nei confronti delle adepte e i fedeli vivevano in una condizione di sudditanza psicologica che sarebbe sfociata in schiavitù. A far partire le indagini una serie di segnalazioni e denunce.


© RIPRODUZIONE RISERVATA