Caritas,più si è giovani più si è poveri

Caritas,più si è giovani più si è poveri

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - Il vecchio modello di povertàitaliano, che vedeva gli anziani più indigenti, non è piùvalido: oggi la povertà assoluta risulta inversamenteproporzionale all'età, cioè diminuisce all'aumentare diquest'ultima. Lo rivela il Rapporto 2016 della Caritas supovertà ed esclusione sociale. La persistente crisi del lavoroha infatti penalizzato e sta ancora penalizzando soprattutto igiovani e giovanissimi in cerca di di occupazione e gli adultirimasti senza impiego. Un'altra novità segnalata dal rapporto èl'inversione di tendenza tra italiani e stranieri che sirivolgono ai Centri di Ascolto della Caritas delle regioni delSud Italia. Se infatti a livello nazionale il peso deglistranieri che chiedono aiuto continua a essere maggioritario(57,2%), nel Mezzogiorno gli italiani hanno fatto il 'sorpasso'e sono al 66,6%. I centri Caritas sono 1.649, dislocati su 173diocesi. Età media 44 anni, equamente divisi tra donne e uomini,prevalentemente coniugati è l'identikit di chi chiede aiuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA