Consip: Emiliano, obbligato collaborare

Consip: Emiliano, obbligato collaborare

ANSA) - BARI, 25 FEB - "La magistratura esamina i fatti liberamente. Ciascuno di noi è obbligato a collaborare. Ci mancherebbe pure che in una situazione in cui si indaga su un sistema di potere, questo sistema di potere avesse pure come risultato quello di eliminare dal gioco, per questa ragione, un suo avversario politico": lo ha detto il governatore della Puglia, Michele Emiliano, rispondendo ai giornalisti sul suo ipotetico conflitto di interesse in qualità di candidato alla segreteria del Pd e testimone nell'inchiesta Consip. "Farò il mio dovere se l'autorità giudiziaria mi chiederà" ha aggiunto, ribadendo che "il fatto che io sia a conoscenza di fatti che potrebbero essere rilevanti ai fini di un'indagine, certamente non potrà ledere alcuno dei miei diritti". "Capisco che quando qualcuno è disperato, adopera ogni sistema per far fuori gli avversari" ma "credo come al solito che applicando le leggi e le norme e facendo il proprio dovere si risolve ogni cosa".


© RIPRODUZIONE RISERVATA