Giovedì 25 Aprile 2013

Corte Ue: non discriminare calciatori

(ANSA) - BRUXELLES, 25 APR - Il patron della squadra dello Steaua di Bucarest aveva dichiarato che ''mai avrebbe ingaggiato uno sportivo omosessuale'' ed ora tocchera' alla sua societa' dimostrare di non aver seguito politiche discriminatorie nelle 'assunzioni' dei giocatori. Questa la conclusione a cui e' giunta la Corte di giustizia Ue dopo essere stata chiamata a pronunciarsi sull'applicazione della direttiva sulla parita' di trattamento dei lavoratori nell'ambito di un procedimento in corso in Romania.

© riproduzione riservata