Lunedì 23 Settembre 2013

Difesa Schettino, periti sulla Concordia

link

(ANSA) - GROSSETO, 23 SET - ''Fare una perizia a bordo della Costa Concordia è ora possibile. Parti della nave sono venute a galla e ci si può cominciare a lavorare'': lo ha detto l'avvocato Francesco Pepe, della difesa di Francesco Schettino, rispetto alla richiesta di perizie aggiuntive già chieste al collegio del tribunale di Grosseto a luglio scorso prima della ripresa del processo stamani. Schettino, che finora non ha mai mancato un'udienza, anche oggi è in aula, ha preso la parola e ha accusato il timoniere.

© riproduzione riservata