Venerdì 06 Giugno 2014

Giovani Confindustria, no via da Italia

(ANSA)- SANTA MARGHERITA LIGURE, 6 GIU - I Giovani di Confindustria puntano il dito contro "la delocalizzazione delle imprese che producono utili ma cercano manodopera sempre più sottopagata". Il neo presidente Marco Gay dice: fuori da Confindustria "chi corrompe e chi abbandona l'Italia". E sul voto alle Europee ripongono sul governo "una fiducia a tempo determinato, che si misurerà sulla capacità di rispettare gli impegni. Gli italiani hanno chiesto al Governo di non perdere neanche un minuto", ha sottolineato Gay.

© riproduzione riservata