Grasso,libertà religione base democrazia

Grasso,libertà religione base democrazia

(ANSA) - ROMA, 6 APR - "In capo alle Istituzioni l'obbligo - politico prima ancora che etico e culturale - di interrogarsi, di riflettere, di agire per essere all'altezza di una sfida, quella del pluralismo religioso e culturale, che richiede realismo ma anche lungimiranza". Lo dice il presidente del Senato Pietro Grasso soffermandosi sulla necessità di "una rapida revisione della legge del 1929, allo scopo di garantire appieno i principi costituzionali in materia di libertà religiosa" per affrontare "in modo pragmatico e realistico, un tema complesso e tuttavia decisivo per lo sviluppo della società italiana ed europea". Grasso spiega che la legge del 1929 è stata "elaborata attorno alla logica della tolleranza" e "sull'idea della libertà di culto" e sottolinea anche come a questi principi faccia riferimento la Costituzione e "l'ampia e ormai consolidata giurisprudenza dalla Corte Costituzionale" e "l'evoluzione delle norme elaborate in seno alle Nazioni Unite, al Consiglio d'Europa e all'Unione europea".


© RIPRODUZIONE RISERVATA