Italicum: ricorrente,Corte può bocciarlo

Italicum: ricorrente,Corte può bocciarlo

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - In merito al verdetto della Consulta sull'Italicum del prossimo 24 gennaio, Felice Besostri, coordinatore dei 22 ricorsi contro l'Italicum e presente come Avvocato in 4 dei 5 ricorsi hanno rinviato alla Corte spiega che "la questione dell'autorimessione, ovvero la facoltà della Corte di prendere ulteriore tempo per una decisione finale, è centrale". "Se la decisione della Consulta andasse in questa direzione il 24 gennaio - spiega - vorrebbe dire che oltre al tempo per discutere dei profili di incostituzionalità sollevati dai 5 ricorsi ammessi, la Corte avrebbe bisogno di altro tempo per esaminare la questione di incostituzionalità dell'intera legge per essere stata approvata con un determinante voto di fiducia su 3 articoli alla Camera dei Deputati". "Questo aspetto - sostiene - serve ad evitare un pericoloso precedente a cui una maggioranza occasionale potrebbe ricorrere in futuro". E finora, sottolinea - l'unico precedente vero è stato la fiducia sulla fascista legge Acerbo del 1923".


© RIPRODUZIONE RISERVATA