Jackie, regina dalle tante facce

(ANSA) - ROMA, 29 GEN - Chi era Jackie Kennedy? Una donna dalle molte facce. Così la descrive Pablo Larrain in Jackie, che dopo il passaggio alla Mostra di Venezia arriva in sala con Lucky Red il 23/2, forte di tre nomination agli Oscar tra cui quella, meritatissima, alla migliore attrice protagonista Natalie Portman (e poi migliori costumi e miglior colonna sonora). Sicuramente la Jackie/Portman era vanitosa (lo dice lei stessa più volte nel film), abbastanza cinica nel privato, quanto falsamente ingenua nel pubblico. Una donna di potere sempre attenta a curare la sua immagine e che, a dire il vero, non si sa se fosse davvero innamorata del presidente Usa John F. Kennedy. "Ero terrorizzata, diciamo che era una pazzia, ma l'idea di essere diretta da un regista speciale come Pablo che sapevo non avrebbe fatto un biopic classico mi ha convinta", ha raccontato a Venezia l'attrice israeliana naturalizzata statunitense, premio Oscar nel 2011 per The Black Swan. "Era forte e vulnerabile, fragile e determinata, fredda e timida".


© RIPRODUZIONE RISERVATA