La Capria, stupore e ironia per vivere

La Capria, stupore e ironia per vivere

(ANSA) - ROMA, 10 GEN - Il testimone di un'epoca, umano e ironico, sempre animato da curiosità e leggerezza, anche a 94 anni: è un 'maestro' della parola ancora giovane Raffaele La Capria, che il 9/1 è stato protagonista di una serata omaggio organizzata al Teatro Flaiano di Roma. "Solo lo stupore conosce. Dobbiamo accostarci con meraviglia alle cose, come se fosse la prima volta", ha sottolineato lo scrittore napoletano, classe 1922, autore di oltre 20 libri, sceneggiatore e traduttore per il teatro, affermando che "solo l'ironia e la capacità di divertirsi permettono di contemplare la vita e anche di giudicarla, perché mentre viviamo siamo distratti da mille cose". Molto emozionato, La Capria ha voluto evidenziare non senza commozione il privilegio di avere al suo fianco "gli amici più cari: senza di loro non sarei quello che sono, per la mia formazione loro sono stati fondamentali". Accanto alla moglie Ilaria Occhini, sono infatti intervenuti Edoardo Albinati, Elisabetta Rasy, Emanuele Trevi e Silvio Perrella.


© RIPRODUZIONE RISERVATA