Giovedì 23 Gennaio 2014

Libia: Parlamento, 643 uccisi nel 2013

(ANSA) - TRIPOLI, 23 GEN - Nel solo 2013 in Libia sono state uccise 643 persone, e gli episodi di criminalità hanno registrato un aumento sensibile rispetto al 2012. Lo indica un rapporto del Parlamento libico, secondo il quale "il crimine è diventato una sorta di professione, quasi una fonte di reddito, in assenza di un servizio di polizia efficace, malgrado la presenza di 250mila agenti". L'aumento della criminalità - continua - è dovuto al "mancato rispetto della legge e all'impunità" di cui godono molti criminali.

© riproduzione riservata