M5s: questione aperta per il simbolo

M5s: questione aperta per il simbolo

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Partita aperta sulla composizione dell'Associazione Movimento 5 Stelle, proprietaria del simbolo "M5S". L'incontro di ieri a Genova al quale hanno preso parte (assente Beppe Grillo) i membri del direttorio, Enrico Grillo (il nipote di Beppe) ed Enrico Nadasi (commercialista del comico ligure) ha posto sul tavolo la questione della sostituzione di Gianroberto Casaleggio. L'imprenditore milanese era il quarto membro dell'associazione della quale il comico genovese è presidente e rappresentante legale. Di fatto, il leader pentastellato ha il potere di revocare l'uso del simbolo anche ai parlamentari: è lui, d'altronde, a inibirne l'uso agli espulsi tramite lettera raccomandata. Il direttorio, in rappresentanza dei parlamentari, punta ad entrare nell'associazione al posto di Gianroberto Casaleggio. Ma anche l'Associazione Rousseau aspira a non esserne esclusa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA