M5S, voto Province è presa in giro

M5S, voto Province è presa in giro

(ANSA) - ROMA, 06 GEN - "Province... ma non dovevamo vederci più? E invece sono ancora tra noi: vivono, spendono e sprecano. Rappresentano un "poltronificio" utile a piazzare politici, parenti e amici ammanicati, nonché a provvedere alle loro nomine in aziende partecipate ed altre controllate. A parole tutti i partiti si son riempiti la bocca della volontà di sopprimere gli enti intermedi, nei fatti non solo non le hanno mai soppresse. Ma sono riusciti perfino a peggiorarle derubando i cittadini della possibilità di scegliere i propri consiglieri provinciali che sono autoproclamati dai consiglieri comunali e dai sindaci di tutti i comuni della provincia". Lo si legge in un post del M5S pubblicato sul blog di Beppe Grillo. "Noi non ci facciamo lusingare. Per tale motivo tutti i portavoce comunali, coerentemente a quanto il M5S ha sempre detto, non parteciperanno in alcun modo, né con la sottoscrizione delle finte liste né alle successive finte votazioni, a questa ennesima presa per i fondelli dei cittadini", conclude il post.


© RIPRODUZIONE RISERVATA