Minore allontanato, legale contesta

Minore allontanato, legale contesta

(ANSA) - VENEZIA, 10 GEN - Un minore nel padovano è stato allontanato dalla famiglia su decisione del tribunale per i minorenni di Venezia e il legale dalla madre, Francesco Miraglia, ha contestato il decreto. "Trovo scandalosa - ha detto - la decisione di allontanare un ragazzino solo per l'atteggiamento effeminato. Mi sembra un provvedimento di pura discriminazione". Il riferimento è a un passaggio del decreto in cui si dice che "nella relazione con i pari e gli adulti è aggressivo, provocatorio, maleducato, tende a fare l'eccentrico. Tende in tutti i modi ad affermare che è diverso e ostenta atteggiamenti effeminati in modo provocatorio". "Non allontaniamo un minore dalla famiglia perché ha un atteggiamento effeminato - ha detto la presidente del tribunale Maria Teresa Rossi -. Noi non facciamo discriminazioni di natura sessuale o di tendenza". Rossi parla di un "disturbo di personalità" ed esclude che nella decisione del tribunale possa aver influito il presunto comportamento effeminato del giovane.


© RIPRODUZIONE RISERVATA