Polanski di nuovo a rischio estradizione

Polanski di nuovo a rischio estradizione

(ANSA) - VARSAVIA, 14 OTT - Potrebbe di nuovo rischiare l'estradizione in Usa il regista Roman Polanski. La Corte Suprema di Varsavia, riportano media locali, valuterà il 6/12 il ricorso presentato dal ministro della giustizia e procuratore generale polacco, Zbignew Ziobro, contro la decisione del tribunale di Cracovia che ha respinto la richiesta di estradizione presentata dagli Usa nei confronti del premio Oscar. Polanski, 83 anni, è accusato di aver stuprato nel '77 l'allora tredicenne Samantha Gailey (oggi Geimer). La domanda di estradizione, arrivata in Polonia nel 2014, è stata respinta il 30 ottobre 2015 dal tribunale di Cracovia. La procura locale non ha fatto appello. Dopo le elezioni 2015 vinte dal partito conservatore Diritto e giustizia (Pis) la carica del procuratore generale - che per qualche anno era stata separata da quella del ministro di giustizia - e' nuovamente tornata nelle mani del guardasigilli. E Ziobro è ricorso in Cassazione."Polanski non può essere giustificato solo perche' e' una persona nota"


© RIPRODUZIONE RISERVATA