Poletti,confermo scuse parole su giovani

Poletti,confermo scuse parole su giovani

(ANSA) - ROMA, 10 GEN - "Mi sono scusato per l'espressione" usata per i giovani che vanno a lavorare all'estero e "confermo le scuse in quest'Aula": Lo ha detto il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti nell'informativa di oggi nell'Aula del Senato. Poletti spiegando che la frase pronunciata il 19 dicembre scorso sui giovani che vanno all'estero ("alcuni è meglio non averli tra i piedi") non corrisponde al suo pensiero e che si è espresso "in modo sbagliato" parlando con i giornalisti dopo una giornata dedicata proprio a incontri con i giovani, gli studenti e i docenti nelle Marche perchè pensava a coloro che stanno facendo uno sforzo per lavorare in questo Paese. Sempre nel corso dell'informativa al Senato il ministro ha anche confermato che il Governo ritiene necessario revisionare lo strumento dei voucher. Poletti ha poi rivendicato la crescita occupazionale registrata negli ultimi tre anni sottolineando che la grande maggioranza dell'aumento è di tipo "permanente".


© RIPRODUZIONE RISERVATA