Giovedì 23 Maggio 2013

Pussy riot: 'Masha' resta in carcere

(ANSA) - MOSCA,23 MAG - Il tribunale di Berezniki, nella regione di Perm, ha respinto la richiesta di liberazione anticipata avanzata da Maria Aliokhina, una delle tre Pussy Riot condannate a due anni per una preghiera punk anti Putin nella cattedrale ortodossa di Mosca. Il giudice ha accolto le richieste dei rappresentanti della colonia penale e dell'accusa, contrari alla scarcerazione anticipata. 'Masha' intanto continua il suo sciopero della fame annunciato ieri.

© riproduzione riservata