Quando un palestinese sogna il talent

(ANSA) - ROMA, 1 APR - Non c'è solo l'American Dream. I sogni si possono vivere anche a Gaza pure se si ha voglia di vincere un talent show che si svolge addirittura in Egitto. E' quello che racconta, con grazia e freschezza, 'The Idol' di Hany Abu-Assad, già passato fuori concorso al Torino Film Fest e in sala dal 14 aprile distribuito da Adler. Una storia che, come spesso accade, è tanto incredibile quanto vera, ispirata come è a quella di Mohammed Assaf, cantante palestinese vincitore del talent show Arab Idol. Siamo appunto a Gaza. Una città diversa, come liberata dai tanti conflitti e distruzione che pure ci sono e si vedono. Qui vivono Mohammed Assaf e sua sorella Nour. Due ragazzi sereni e con tanta voglia di vivere che, insieme ai loro migliori amici Ahmad e Omar, fanno musica, giocano a calcio e hanno il coraggio di sognare in grande. Mohammed e Nour insomma non rinunciano al loro sogni cantare all'Opera Hall del Cairo. Per Mohammed arrivano poi i provini per Arab Idol e la sua vita cambia del tutto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA