Martedì 02 Settembre 2014

Scuola: Renzi,no diktat ma consultazioni

(ANSA) - ROMA, 2 SET - Il "nuovo patto educativo" conterrà "alcune idee nel merito per rendere la scuola sempre più strumento di crescita per i giovani. Ma anche per il Paese. Si tratta di proposte, non di diktat prendere o lasciare". Lo annuncia il premier Renzi che scandisce il timing: "Dal 15 settembre al 15 novembre ascolteremo tutti, a cominciare dagli studenti che sono per noi protagonisti, non spettatori. Nella legge di stabilità ci saranno le prime risorse e da gennaio gli atti normativi conseguenti".

© riproduzione riservata