Giovedì 07 Novembre 2013

Shoah:a Bari dopo 66 anni cerca 'radici'

link

(ANSA) - BARI, 07 NOV - Figlio di un amore sbocciato 67 anni fa nel campo profughi di Bari, dove trovarono rifugio gli scampati ai campi di concentramento, Peleg Moshe è tornato per "cercare le proprie radici"."Sono nato a Bari - racconta - e vi ho vissuto solo un anno: i miei genitori erano fuggiti dalla Polonia arrivando a Bari e due anni dopo partirono per Israele". Prima di ripartire Peleg andrà a vedere a Bari Vecchia il leone di pietra su cui sua madre, 66 anni fa, lo immortalò in uno scatto in bianco e nero.

© riproduzione riservata