Studio Azzuro, tra arte e tecnologia

(ANSA) ROMA 3 APR - Videoinstallazioni interattive, 'ambienti sensibili', 'musei di narrazione' per il cinema, spettacoli teatrali, approfondimenti del pensiero, a partire da 'La Creazione', il complesso, coinvolgente lavoro realizzato in occasione nel 2013 dell'esordio della Santa Sede alla Biennale di Venezia: Studio Azzurro, da 35 anni instancabile laboratorio di sperimentazione tra arte e tecnologie avanzate, è al centro di una grande retrospettiva allestita dal 9 aprile al 4 settembre negli spazi di Palazzo Reale. Una vera e propria celebrazione che Milano vuole offrire per lo storico gruppo che dal 1982 a oggi ha sempre rappresentato un imprescindibile punto di riferimento nazionale e internazionale della creazione artistica. Anche per questo, 'Studio Azzurro. Immagini sensibili' non vuole essere una semplice mostra, bensì trasforma la retrospettiva in un'esperienza poli-sensoriale, un'esposizione costituita dalle suggestive e poetiche installazioni che hanno segnato la storia dell'arte contemporanea.


© RIPRODUZIONE RISERVATA