Trump incentiva ritorno carceri private

Trump incentiva ritorno carceri private

(ANSA) - WASHINGTON, 24 FEB - Prosegue lo smantellamento dell'eredità Obama da parte di Donald Trump: il nuovo Attorney general Jeff Sessions ha ritirato l'ordine della precedente amministrazione, che riduceva gradualmente il numero di contratti con gli operatori privati di carceri: un provvedimento che Obama aveva voluto per meglio soddisfare le esigenze della popolazione carceraria. Da un'indagine dello scorso anno era infatti emerso che le prigioni gestite da privati sono più 'pericolose': in esse - risultò - ci sono più incidenti legati alla sicurezza e incolumità dei detenuti. La decisione odierna dell'Amministrazione Trump a favore delle carceri private rafforza i timori che l'obiettivo di Sessions non sia quello perseguito da Obama di ridurre il numero dei detenuti. Immediate le reazioni dei difensori dei diritti umani, secondo i quali la detenzione è una responsabilità sociale e non può essere affidata a società basate sul profitto, che prosperano su condizioni disumane.


© RIPRODUZIONE RISERVATA