Vanessa,non siamo responsabili rapimento

Vanessa,non siamo responsabili rapimento

(ANSA) - MILANO, 18 GEN - "Ovvio che abbiamo chiesto scusa, ci dispiace per il dolore che abbiamo causato. Ma non siamo responsabili del nostro rapimento'': così ha detto Vanessa Marzullo, la cooperante rapita in Siria e liberata il 15 gennaio, uscendo per qualche istante dalla casa di Verdello dove è rientrata ieri. ''In Siria? Al momento - ha replicato ad una domanda - non intendiamo tornarci, continueremo ad aiutare da qua. Non dimentichiamo".


© RIPRODUZIONE RISERVATA