Martedì 15 Dicembre 2009

Finanziaria/ Calderoli: Valutazione su fiducia non spetta a Fini

Roma, 15 dic. (Apcom) - "Dalla presidenza della Camera dei Deputati ci si attende l'applicazione ed il rispetto dei regolamenti e della Carta Costituzionale e non certo valutazioni sul fatto se sia deprecabile o meno una richiesta di fiducia, la cui valutazione di merito spetta all'Esecutivo, in quanto la richiesta di fiducia è finalizzata proprio a verificare il rapporto fiduciario intercorrente tra la maggioranza e l'Esecutivo". Lo afferma il senatore Roberto Calderoli, Ministro per la Semplificazione Normativa e Coordinatore delle Segreterie Nazionali della Lega Nord. "Non condivido, pertanto, questa valutazione di natura soggettiva, ancora di più quando si porta come fondamento del giudizio un'errata interpretazione della richiesta del voto di fiducia", aggiunge l'esponente leghista. "Tutto questo, infatti, è avvenuto nel pieno rispetto delle indicazioni ricevute - conclude Calderoli - che prevedevano un approfondito esame in commissione ed un'eventuale fiducia soltanto sul testo votato in commissione".

Rea

© riproduzione riservata