Lunedì 18 Gennaio 2010

Lazio/Si taglia vene ma prima lascia messaggio su social network

Roma, 18 gen. (Apcom) - Ha deciso di farla finita, tagliandosi le vene e assumendo alcol e ansiolitici, ma prima ha voluto annunciarlo al mondo postando un messaggio su un social network. A salvarla è stato il 'caso': un uomo aveva trovato la borsa della donna, di circa 30 anni, dimenticata all'interno di un bar nel quartiere Portuense a Roma e l'ha portata al commissariato San Paolo. All'interno, oltre agli effetti personali e ai documenti, anche un cellulare che ha iniziato a squillare. All'altro capo del ricevitore un'anonima voce maschile agitatissima, che ha spiegato all'agente che aveva risposto alla chiamata che l'utenza telefonica apparteneva ad una donna che, su un noto social da lui frequentato, aveva appena comunicato la propria intenzione di togliersi la vita tagliandosi le vene. I poliziotti del Commissariato San Paolo sono riusciti ad individuare l'appartamento dove abitava la donna, che non ha risposto alle chiamate. Recatisi sul posto e aperta la porta con l'aiuto dei Vigili del Fuoco, i poliziotti hanno prestato i primi soccorsi alla donna, trovata riversa a terra in bagno quasi in fin di vita, con le vene recise e priva di conoscenza anche a causa di assunzione di alcool e farmaci ansiolitici. Tenuta in osservazione 24 ore presso l'ospedale San Camillo, la donna è stata successivamente dichiarata fuori pericolo.

Red/Apa

© riproduzione riservata